Categorie

Intolleranze Alimentari

L’intolleranza alimentare non è una reazione del sistema immunitario ma del metabolismo: al corpo mancano alcuni enzimi per elaborare certe sostanze. Un tipico esempio è l’intolleranza al lattosio: le persone che ne sono affette hanno una carenza di lattasi, l’enzima digestivo che scompone lo zucchero del latte, il lattosio, appunto. Le intolleranze possono causare sintomi anche simili a quelli delle allergie, ma non sono in grado – durante il corso di una singola reazione – di portare a conseguenze temibili come lo shock anafilattico. Per un’alimentazione sana ed equilibrata a casa è sufficiente effettuare i propri acquisti su www.ilcanestro.com nella sezione dedicata alle intolleranze alimentari.

Le intolleranze alimentari più comuni sono a glutine, lattosio, fruttosio e istamina:

 

Glutine:

l’intolleranza al glutine o celiachia, detta anche sprua celiaca negli adulti, è caratterizzata per essere una malattia cronica dell’intestino tenue che è ipersensibile al glutine. Il glutine è presente in molti alimenti a base di cereali. L’intolleranza permane per tutta la vita e attualmente può essere curata solo agendo sulle cause, ovvero attraverso una dieta senza glutine. Una dieta/alimentazione senza glutine si basa su cereali e pseudo-cereali senza glutine quali riso, miglio, mais, grano saraceno, e quinoa.

Glutine

 

Lattosio:

l’intolleranza al lattosio il corpo reagisce allo zucchero del latte (lattosio) presente negli alimenti. Contrariamente alle allergie date dalle proteine del latte che spesso sono causate dal latte di mucca, è generata da tutti i derivati di origine animale del latte. Le statistiche dicono che ne soffre circa il 70% degli adulti a livello mondiale, mentre circa il 5-15% degli adulti in Europa sono intolleranti al lattosio. In alternativa ai normali prodotti da latte esistono sempre più generi alimentari a base di latte senza lattosio. Nel nostro assortimento potete trovare molti prodotti che fanno al caso vostro.

Lattosio

 

Fruttosio:

Nell’intolleranza al fruttosio il corpo reagisce allo zucchero presente nella frutta. Alcune statistiche affermano che ne soffre circa il 30% della popolazione europea. Il numero stimato è molto elevato; questo perché in molti danno per scontato che la frutta possa creare gonfiore o avere un forte effetto digestivo.

Fruttosio

 

Istamina:

L’intolleranza all’istamina è data da questa sostanza, che viene assunta tramite gli alimenti. Questa forma di intolleranza è molto comune, dato che l’istamina è presente in diversi generi alimentari naturali. Davanti a una allergia dovuta all'istamina o alla tiramina la risposta è una dieta priva di alimenti che le contengano, per questo a prevalenza vegetariana,sono da evitare anche i cibi che contengono sostanze che liberano istamina contenuta nelle nostre cellule come papaya, agrumi, fragole, ananas, mango e le sostanze che ne rallentano la degradazione da parte del fegato come tè nero, alcol e antidepressivi

Istamina